Archivi categoria: Orto

Genuino Clandestino. Il primo raduno nazionale per il libero scambio delle sementi il 5-6-7 ottobre

Standard

Il 5-6-7 ottobre nella zona nord-est di Milano si organizza Genuino Clandestino, il primo appuntamento nazionale degli autoproduttori. Gestito dall’associazione Terreinmoto, ha l’obiettivo dichiarato di fare rete tra chi autoproduce e vende nei mercati agricoli, promuovendo inoltre la costruzione di mercati contadini all’interno della metropoli.

In Italia ci sono numerose realtà che si occupano di autoproduzione ma pochi le conoscono e possono acquistare i frutti del loro lavoro. Genuino Clandestino vuole essere un’occasione per informare i cittadini – e non solo di Milano – sulla tutela della terra, la biodiversità, i limiti e le possibilità dell’agricoltura biologica oggi, l’importanza del libero scambio dei semi.

Tutto all’insegna della convivialità, restando assieme in cascina, ascoltando dibattiti, performance teatrali, documentari, facendo mercato e ascoltando musica. Perché l’incontro non sia solo un evento serio e formativo ma un’occasione gioiosa di stare insieme tra chi la terra la coltiva, chi la ama  e chi non la conosce.

Il programma prevede tre location per la manifestazione:

  • venerdì 5 ottobre presso la ex-chiesetta del Parco Trotter (Via Giacosa 46 o via Padova 69)
  • sabato 6 ottobre presso la Cascina  Torchiera Senzacqua (P.le Cimitero Maggiore 18)
  • domenica 7 ottobre in piazza Gasparri

fonte:     http://www.tuttogreen.it/genuino-clandestino-il-primo-raduno-nazionale-per-il-libero-scambio-delle-sementi-il-5-6-7-ottobre/

Annunci

Orti e giardini «partecipati», il boom del verde curato da gruppi di cittadini

Standard

 

Il giardino dei Papaveri rossi Il giardino dei Papaveri rossi

MILANO – A Milano giriamo con il pilota automatico. Anche se ci spostiamo a piedi. Colpa del tempo contato e dell’abitudine. «Voliamo» sui percorsi noti senza farci caso, senza prestare attenzione a particolari e dettagli. Poi, a volte, cambia qualcosa. E succede che un percorso macinato quotidianamente si sveli all’improvviso. E mostri un potenziale rimasto nascosto. «Era sotto il nostro naso: una lunga striscia di verde abbandonata che calpestavamo tutti i giorni per accompagnare i figli a scuola», racconta Graziano Valera, «eppure era come se quell’erba spelacchiata fosse cemento». Un perimetro di prato fra via Bigiogera e via Tremelloni, zona Precotto, abbandonato a se stesso.

Il boom degli orti «partecipati» Il boom degli orti «partecipati»    Il boom degli orti «partecipati»    Il boom degli orti «partecipati»    Il boom degli orti «partecipati»    Il boom degli orti «partecipati»

PAPAVERI ROSSI – E un gruppo di quindici genitori che ci mette gli occhi addosso. La storia di Papaveri Rossi, orto-giardino comunitario sorto in mezzo a condomini e marciapiedi, è nata così. «All’inizio non avevamo le idee chiare, solo un desiderio», ammette Valera, «forte e impellente: trasformare un non luogo in una zona verde con una sua precisa identità». Per capire come realizzarlo, hanno iniziato a trovarsi di sera. «Lunghe discussioni, qualche litigata, ma anche un’energia incredibile. Oggi è tutto più chiaro: si lavora la terra, ma soprattutto si coltivano relazioni». Il progetto ha visto il via lo scorso ottobre. «Il 2, per la precisione», scherza . «E’ una data importante: il primo giorno in cui abbiamo messo le mani nella terra». Ad aiutare i neofiti contadini-giardinieri, ortisti più esperti. «Noi abbiamo in forza nel gruppo due agronomi, che avevano esaminato il terreno e ci avevano indirizzato verso un orto con cassoni, ma a spiegarci come seminare, cosa e quando sono state le persone che coltivano il Giardino degli Aromi, l’orto comunitario creato all’interno del Parco dell’ex Pini».

 

Gli ortisti del Giardino degli aromi al lavoro (Fotogramma)

I PROGETTI – Un progetto sociale attiva aiuti insospettabili. «E’ arrivato tutto gratis: un papà che commercia in legname ci ha regalato i bancali per realizzare i cassoni, da un garden center è arrivata la terra, la rete Libere Rape Metropolitane ci ha offerto semi e piantine. Ci hanno perfino prestato un camioncino per il trasporto!». Papaveri Rossi è uno dei tanti progetti di verde partecipato nato negli ultimi anni a Milano. Da un mese il Comune riconosce questa forma di volontariato verde e lo facilita. Grazie a una delibera approvata a fine maggio, le associazioni possono presentare ai Consigli di Zona progetti di presa in carico del verde demaniale abbandonato o in stato di degrado. Ne parliamo nelle pagine della Città del Bene del Corriere Milano di domenica 8 luglio. «Il bisogno di verde è anche bisogno di socialità», racconta Manuel Bellarosa di Giambell Garden, altro recente orto-giardino comunitario sorto in via Odazio, al Giambellino. «Noi l’abbiamo toccato con mano: appena abbiamo iniziato a dissodare la terra l’intero quartiere si è presentato. Ognuno voleva mettersi in gioco, partecipare. E adesso ogni sabato organizziamo grandi pranzi sotto le frasche». Tanti pensionati? «Molti, certo. Ma ci sono anche i giovani e famiglie con bambini. E non solo italiani. Stiamo aspettando dei semi speciali in arrivo dall’India. Alcuni ragazzi di New Dehli li hanno richiesti a casa. Li pianteremo vicino ai nostri gelsi e ai fichi: sarà un bellissimo esperimento di verde multietnico». Marta Ghezzi

fonte:     http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/12_luglio_7/verde-orti-giardini-partecipazione-citta-bene-201913865229.shtml

La città degli orti? San Francisco

Standard

 

San Francisco sta per trasformarsi in una delle città più all’avanguardia del mondo per quanto concerne l’autosufficienza alimentare. Grazie ad una nuova legislazione approvata negli scorsi giorni, infatti, gruppi di contadini potranno appropriarsi di aree e terreni abbandonati a se stessi, tetti e terrazze, al fine di dare inizio ad opere per la realizzazione di nuovi orti urbani nei quali coltivare frutta e ortaggi di cui la popolazione cittadina potrà cibarsi.

Pare ci sarà modo di recuperare anche zone interessate dalla presenza di cemento, che potranno essere smantellate ed utilizzate per la coltivazione o per attività produttive legate al mondo alimentare, nel caso dovessero risultare adatte a tale scopo. (…) Inoltre, pare che San Francisco sia ricca di ambientalisti e di cultori della sana alimentazione e dei prodotti a chilometri zero, che, se non parteciperanno direttamente alla realizzazione degli orti, potranno certamente trasformarsi nei primi consumatori del raccolto che da essi verrà ottenuto.

La nuova legislazione permetterà di rendere legale e di facilitare la produzione e la vendita di alimenti prodotti sul territorio di San Francisco. Permetterà inoltre di ridurre le trafile burocratiche che scoraggiano coloro che, dotati di attrezzi e di buona volontà, vorrebbero trasformare i terreni abbandonati in nuove opportunità per la realizzazione di orti grazie ai quali avvicinarsi all’autosufficienza alimentare. Si prevede inoltre che vengano destinati dei fondi da parte delle organizzazioni cittadine per offrire supporto a tenute agricole già esistenti. Vi saranno inoltre incentivi per i proprietari di terreni vacanti che decideranno di permettere che essi vengano utilizzati per attività agricole comunitarie.

fonte:     http://comune-info.net/2012/07/la-citta-degli-orti-san-francisco/

Un libro-manuale da leggere per mettersi in pratica

Standard

Qui di seguito potete scaricare un classico della letteratura inerente all’autoproduzione a all’autosufficenza e cose simili, di John Seymour, un autore inglese che davvero sa il fatto suo, vecchia scuola.

The Complete Book of Self Sufficiency  (25 mb)

L’edizione è un po’ vecchia ma come dire, il sapere pratico non invecchia mai, e di roba da imparare ce ne sarebbe per un corso di laurea. Ci si trova da come coltivare l’orto, coltivazione dei cereali e mietitura e conservazione e fare le farine, animali uso domestico e per lavoro nei campi, gestione bosco e piante selvatiche, trasformazione cibo, taglio legna, come arare o non arare, fare il formaggio e robe simili, cosa dar da mangiare ai cavalli, come curare le piante da frutto, fare gli innesti e tante altre robe simili. E’ davvero una piccola bibbia di ispirazione e di spiegazione su come arrangiarsi.

Devo dire due cose infine: ovviamente spero che l’autore non se la prenda se in questo modo la gente può scaricarsi gratis il suo libro, ma meglio così che lasciare a marcire in biblioteca o in libreria tanto sapere (e poi sappiamo che c’è la crisi e tanti giovani non hanno soldi da comprare libri e il sapere DEVE essere tramandato) e poi il sapere non ha nessun brevetto e nessun proprietario. Quindi grazie John per la comprensione. Seconda che una volta che certe cose si leggono bisogna metterle in pratica per capire che alla fine non si è capito veramente niente, e che si impara solo facendo, il libro è solo una indicazione. Per analogia è come quando vai in montagna a fare trekking e ci sono i sentieri segnati. Bene direi, ma cammina!

La rivoluzione dei cetrioli e delle melanzane

Standard

Un’insurrezione campagnola in città: è accaduto il primo giugno a Roma e ci sono molte buone ragioni per pensare che sia solo l’inizio. L’appuntamento era alla stazione Termini, in piazza dei Cinquecento, angolo via Giolitti: è partita da lì poco dopo le 20 una irriverente passeggiata, promossa dal collettivo «InsOrto», di bizzarri cittadini dotati di ortaggi formato gigante, che hanno raggiunto il Supersanto’s Village in piazzale del Verano, a San Lorenzo, dove dalle 22 hanno animato il pubblico accompagnati dalla musica e dagli artisti del The Reggae Circus. Insomma, un esercito di ortaggi di cartapesta in formato gigante, cetrioloni, pomodori, melanzane e compagnia bella, hanno sfilato per le strade del centro.

Chiamatelo flash mob, azione diretta, corteo colorato oppure più semplicemente passeggiata, sta di fatto che l’iniziativa ha attirato le attenzioni di molti cittadini. Del resto, l’esigenza di cibo buono e sano a prezzi accessibili orienta ormai sempre più le scelte di molti, come dimostrano i numeri degli orti urbani, dei Gruppi di acquisto solidale, dei mercati di filiera corta e degli acquisti diretti nelle aziende locali. La passeggiata e la festa a San Lorenzo suggeriscono soprattuto la strada degli orti sui balconi e degli orti condivisi in città: di certo, moltissimi stanno nascendo ovunque, tra gli ultimi quello in zona Pineta Sacchetti-Aurelia.

Raccontiamo l’azione del collettivo InsOrto  attraverso le splendide foto di Alessandro Di Ciommo. A proposito di «insorto», leggetevi questi due articoli: «Occupare cinema e teatri. E le fattorie?», «Un’insurrezione è in corso».

Città invisibile è un piccolo collettivo attento ai temi sociali e della decrescita, nato all’interno dell’omonima libreria  dell’ex mattatoio di Testaccio.

fonte:   http://comune-info.net/2012/06/la-rivoluzione-dei-cetrioli-e-delle-melanzane/

Orti e giardini sociali, condivisi, aziendali, urbani, solidali !!!!!!!!!!

Standard

“Occupate le terre così come occupate le piazze”

Vandana Shiva ai giovani italiani

Orti intesi come spazi condivisi, come ritorno alle cose semplici e vere.

Ma ancora come riappropriazione degli spazi pubblici per una diversa destinazione utile ad anziani, giovani, a tutti.

Contro il degrado e per il ritorno alla natura.

Questo è un elenco che si aggiorna di giorno in giorno anche grazie alle vostre segnalazioni!!

ABRUZZO

Orti Urbani Abruzzo

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/groups/328054003919296/?notif_t=group_r2j_approved

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga – Orti urbani

www.parks.it/parco.nazionale.gran.sasso/dettaglio.php?id=16845

Orto Sinergico in Abruzzo (montebello)

www.facebook.com/pages/Orto-Sinergico-in-Abruzzo/125407454194784

BASILICATA

CALABRIA

I PiantaGrano – Guerrilla Gardening – Reggio Calabria

www.facebook.com/pages/I-PiantaGrano-Guerrilla-Gardening-Reggio-C/101436853241461

CAMPANIA

Orti sociali Succivo(CE)

www.youtube.com/watch?v=ApHy2s1mqtc&feature=youtube_gdata

Ortigami (NA) – (orto di Friarielli Ribelli)

Friarielli Ribelli

www.facebook.com/pages/Friarielli-Ribelli/189356217776502

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/profile.php?id=100002627110500&sk=info

Spaccanocelle – Guerrilla Gardening Avellino

www.facebook.com/messages/101436853241461#!/spaccanocelle

www.facebook.com/groups/spaccanocelle/#!/groups/spaccanocelle/

Amici del parco metropolitano delle colline di napoli

www.facebook.com/groups/anto64/

EMILIA ROMAGNA

Terra di Nettuno – Guerrilla Gardening Bologna

www.facebook.com/#!/profile.php?id=100002256263489

Guerrilla Gardening Bologna

www.facebook.com/groups/63100472355/#!/groups/244067099021677/

Trameurbane Guerrilla Gardening Bologna

www.facebook.com/trameurbane#!/trameurbane?sk=wall

Orti Condivisi Ferrara

www.facebook.com/presidiogiovaniagricoltori#!/orticondivisiferrara

http://orticondivisi.altervista.org/

Ri-Generazione Urbana “programma di ripensamento dei luoghi marginali e degli spazi pubblici della città di Ferrara”

www.facebook.com/profile.php?id=100001277854554&ref=ts

Orto Sinergico Condiviso a Budrio (BO)

www.associazione-eco.it/?q=progetto_orto

FRIULI VENEZIA GIULIA

LAZIO

Fermenti di Terra

www.fermentiditerra.it

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/FermentidiTerra

Società Agricola Coraggio

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/societaagricolacoraggio

Guerrilla Gardening Roviano

www.facebook.com/#!/guerrillagardening.roviano

mappa degli orti e giardini condivisi a Roma (di Zappata Romana)

www.zappataromana.net

http://www.facebook.com/zappataromana

Giardinieri Sovversivi Romani

www.facebook.com/#!/groups/346179672203/

Zolle Urbane

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/profile.php?id=100002036114738

Lavangaquadra(nuova Arcadia) orti nel sesto municipio (roma)

www.lavangaquadra.com

Presidio Giovani Agricoltori  

www.facebook.com/presidiogiovaniagricoltori#!/presidiogiovaniagricoltori

Orto Sinergico a Manziana

www.facebook.com/#!/pages/Orto-Sinergico-a-Manziana/161739073851790

Filo Verde assoc. cultur. sul tema del paesaggio come processo condiviso di costruzione del territorio

www.facebook.com/filoverde?ref=ts

Hortus Urbis

www.facebook.com/HortusUrbis?ref=ts

Orto Circuito

www.facebook.com/profile.php?id=100003390600170&ref=ts

La strada dell’Orto (VT)

www.facebook.com/lastrada.dellorto

http://lastradadellorto.weebly.com/

LIGURIA

Meditamare

www.meditamare.it/index.html

www.facebook.com/groups/280851520027/

LOMBARDIA

mappa lombarda degli orti pubblici ( di Coldiretti Lombardia)

http://www.lombardia.coldiretti.it/default.aspx?subskintype=Detail&Cod_Oggetto=33934002&KeyPub=GP_CD_LOMBARDIA_HOME|CD_LOMBARDIA_HOME

Orto anch’io (VA)

www.comune.varese.it/si4web/common/AmvDocumentoInfo.do?MVVC=amvdocui&ID=665&REV=0&MVPD=0&MVTD=1&MVSZ=188

Isola Pepe Verde

www.facebook.com/messages/125389367522362#!/pages/Isola-Pepe-Verde/125389367522362

GelsominoGroup Guerrilla Gardening (Soresina) (ortocrossing)

http://www.facebook.com/messages/125389367522362#!/profile.php?id=100000155415341&sk=wall

Orto Circuito Milano

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/LibereRapeMetropolitane

Il Giardino degli Aromi

http://www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/profile.php?id=100001888526430&sk=info

Orti d’ Azienda

www.ortidazienda.org

www.facebook.com/media/set/?set=a.308110302578016.79965.289501087772271&type=3#!/pages/OrtidAzienda/289501087772271

MARCHE

Guerrilla Gardening Fano

www.facebook.com/messages/101436853241461#!/groups/139242136097381/

Colonizzatori Urbani (macerata)

www.facebook.com/groups/colonizzatoriurbani/

Orto Circuito Urbino

ortocircuitourbino.blogspot.it/

www.facebook.com/ortocircuitourbino?ref=ts#!/ortocircuitourbino?sk=info

MOLISE

PIEMONTE

badili badola Guerrilla Gardening

www.facebook.com/groups/212416892599/

OrtoCampo (Orto Sinergico – Gassino TO)

www.facebook.com/#!/ortocampo

Miraorti Orti a Mirafiori

www.facebook.com/Miraorti

PUGLIA

Orto Circuito Bari

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/groups/119354734773795/

http://ortocircuito.blogspot.it/

SARDEGNA

Guerrilla Gardening Bolotana

www.facebook.com/pages/Guerrilla-gardening-Bolotana/117453378365692#!/pages/Guerrilla-gardening-Bolotana/117453378365692

Guerrilla Gardening Alghero

www.facebook.com/groups/302708829768877/

Terraterra (Orto di Emilio)

www.facebook.com/#!/pages/Terraterra/177553328923083

www.facebook.com/segreteria.terraterra?__att=iframe

Orto Sovversivo di Nurri

www.facebook.com/groups/324384690934574/

SICILIA

Parco Uditore Palermo

www.facebook.com/Parco.Uditore.Palermo?ref=ts

Guerrilla Gardening Palermo

http://www.facebook.com/guerrilla.gardeningpalermo

Guerrilla Gardening Messina

www.facebook.com/pages/Guerrilla-Gardening-Messina/224002964332031

Guerrilla Gardening Catania

www.facebook.com/groups/63100472355/

TOSCANA

Empoli – Orti sociali

www.youtube.com/watch?v=n2nXa6nkmqU

Signa (FI) – Orti sociali

http://www.comune.signa.fi.it/schede/societa-della-salute/anziani/orti-sociali

Amici dell’Orto (Livorno)

www.facebook.com/messages/1202827101#!/groups/318848351459097/?notif_t=group_r2j_approved

Livorno  – Orti per anziani

www.comune.livorno.it/pages.php?id=2115&lang=it

Montemurlo (PO) – Orti sociali

http://www.comune.montemurlo.po.it/servizi/sociale/htm/ortisociali.htm

Orto X Orto (pistoia)

www.facebook.com/groups/colonizzatoriurbani/

TRENTINO

 

UMBRIA

VAL D’AOSTA

VENETO

Provincia di Treviso – Orti Urbani 

www.provincia.treviso.it/Engine/RAServePG.php/P/520010010315/C/0

Cadoneghe (PD) – Orti sociali

http://www.cadoneghenet.it/context.jsp?ID_LINK=185&area=9

Guerrilla Gardening Vicenza

http://www.facebook.com/messages/125389367522362#!/profile.php?id=1716764319

Guerrilla Gardening Veneto

www.facebook.com/pages/Guerrilla-gardening-Bolotana/117453378365692#!/pages/Guerrilla-Gardening-Veneto/147860238594438

Compagnia Zappa e Rastrello

zapparastrello.blogspot.it/

TUTTA ITALIA

Progetto “Orto in Condotta” di Slow Food in varie scuole di tutta Italia

www.slowfood.it/educazione/pagine/ita/pagina_orto.lasso?-id_pg=128

Guerrilla Gardening Italia

www.facebook.com/#!/groups/GuerrillaGardeningItalia/

Progetto “Orti Urbani” di Italia Nostra, Coldiretti, Anci, Campagna Amica

www.italianostra.org/?p=4438

www.campagnamica.it/stili-sostenibili/progetto-nazionale-orti-urbani

fonte:       http://www.facebook.com/mettiamocilcuore