Archivio mensile:maggio 2012

Tutti in sella per andare a scuola: dall’Olanda ecco il Bici-bus

Standard
bici-bus

Belli pronti, zaino in spalla, un’insana merendina ingurgitata in fretta e furia e poi, via, si parte per la corsa in auto con mamma o papà per raggiungere la scuola, tra traffico, clacson impazziti, smog e mamme isteriche. Non è certo il migliore dei modi per iniziare la giornata. E se, approfittando magari dell’arrivo della primavera, la mattina iniziasse con una bella e sana pedalata in tutta tranquillità e sicurezza? Ecco il Bici-bus, la soluzione ideata in Olanda per combattere l’inquinamento e pure l’obesità infantile.

Si tratta di un “autobus-bicicletta” progettato per trasportare ben 11 bambini, dai 4 ai 12 anni, che possono pedalare tutti insieme, guidati da un adulto al “volante”. Finora l’azienda produttrice, la Tolkamp Metaalspecials, ne ha venduti circa 25 in Olanda, Belgio e Germania e sembra che l’idea del Bici-bus stia prendendo sempre piede anche altrove. In un’intervista conFastCo.exist, il creatore del rivoluzionario mezzo di trasporto a impatto zero, Thomas Tolkamp, ha rivelato che gli ordini stanno iniziando ad arrivare da tutto il mondo: “abbiamo ricevuto l’interesse da parte della stampa di tutto il mondo e tutti hanno accolto la nostra idea in maniera positiva”, spiega Tolkamp. Anche perché gli autobus bici sono, in realtà, abbastanza abbordabile con i suoi 15,000$ ciascuno, poco più del costo di uno scuolabus “normale”. Con la differenza che per camminare non ha bisogno di benzina.

 

Ma la portata rivoluzionaria della creazione risiede principalmente nell’idea che i bambini stessi possono contribuire alla pedalata, avendo così la possibilità di imparare fin da piccoli l’importanza di una vita più sana e sostenibile. Tutto fantastico, anche perché, obietterà qualcuno, siamo in Olanda, madre patria dei ciclisti e Paese all’avanguardia nel sistema delle piste ciclabili. Eppure, anche in Italia, Paese ancora troppo nemico di chi sceglie le due ruote, i bambini possono sperimentare quanto sia facile e divertente andare in giro senza la macchina.

Ne è un esempio il piedibus, l’autobus “umano” che va a piedi, formato dai bimbi più due adulti, che da diversi punti della città raggiunge la scuola in gruppi formati da 15-20 partecipanti al massimo. Ciascuno gruppo è accompagnato da due adulti (genitori) volontari, un “autista” davanti ed un “controllore” che chiude la fila. E, in alcune città c’è già il BiciBus, anche se non è un autobus come quello olandese: si tratta di uno “scuolabus a due ruote”, che vede, insieme ai Vigili Urbani e dei volontari accompagnare a scuola i bimbi lungo un percorso prestabilito e usando la bicicletta.

Insomma, tante iniziative volte a incentivare la mobilità sostenibile lungo i percorsi casa – scuola, che offrono una duplice opportunità di crescita ai bimbi, sia dal punto di vista dell’acquisizione di una maggiore sicurezza nell’utilizzo degli spazi che li circondano, sia da quello del benefico apportato dall’attività motoria. Oltre al valido contributo per il decongestionamento del traffico e la diminuzione degli inquinanti atmosferici.

Roberta Ragni

fonte:http://www.greenme.it/muoversi/bici/7149-bici-bus-scuola

Annunci

Il primo negozio dove non si paga

Standard

Un negozio senza casse. Uno spazio in cui il denaro non vale nulla. Un luogo dove gli oggetti non hanno prezzo. E’ spuntato dal nulla lo scorso sabato a Bolzano, precisamente in Via Rovigo, 22/C e si chiama “Passamano”: é il primo “non-negozio” in Italia basato  unicamente sulla filosofia del recupero e del riutilizzo, dove le “cose” valgono tanto quanto servono.


Si entra, si sceglie e si va via senza pagare: é questa l’ultima frontiera dello shopping equo sostenibile, un progetto partorito da un gruppo di volontari che non ricevono compenso e chiedono solo una libera offerta facoltativa per coprire le spese fisse del negozio o di lasciare – se si vuole – qualcosa in cambio del proprio “acquisto”.

Ci sono cose che è più facile regalare che vendere – spiega Andrea Nesleruno dei volontari – quando un oggetto ha un valore affettivo è difficile stabilirne il prezzo di vendita, si rischia di svalutarlo, e allora è meglio regalarlo. Così, un ex sciatore è venuto e ci ha consegnato tutta la sua attrezzatura sportiva, perché ha un problema alla schiena e non può più scendere in pista. È venuto e ci ha raccontato la sua storia“. Non solo shopping, quindi, ma anche luogo di socializzazione: “Passamano” é, infatti, anche un info-point dove condividere idee e conoscenze sul consumo consapevole, il riciclaggio e il riutilizzo , ma anche la cucina vegana e vegetariana, l’animalismo, l’eco-architettura, il turismo responsabile ecc. I suoi locali ospitano anche una biblioteca, una sala riunioni per serate e incontri a tema e un laboratorio condiviso, dove si puó apprendere a creare oggetti di abbigliamento o di design con ció che non ci serve piú o offrire il proprio tempo libero per lavorare come volontario o mettere a disposizione degli altri le proprie abilità e conoscenze (lingua, artigianato, cucito ecc). “L’idea – spiega Gaia palmisano, una delle volontarie – nasce nell’ambito del movimento “Transition Town” fondato dall’inglese Rob Hopkins. L’obiettivo finale – aggiunge – é creare una dimensione partecipativa con metodi che lasciano spazio alla creatività individuale”. In parole povere: l’antitesi di un negozio!

Valentina Sanseverino

fonte: http://www.you-ng.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=1311%3Ail-primo-negozio-dove-non-si-paga&Itemid=58

Orti e giardini sociali, condivisi, aziendali, urbani, solidali !!!!!!!!!!

Standard

“Occupate le terre così come occupate le piazze”

Vandana Shiva ai giovani italiani

Orti intesi come spazi condivisi, come ritorno alle cose semplici e vere.

Ma ancora come riappropriazione degli spazi pubblici per una diversa destinazione utile ad anziani, giovani, a tutti.

Contro il degrado e per il ritorno alla natura.

Questo è un elenco che si aggiorna di giorno in giorno anche grazie alle vostre segnalazioni!!

ABRUZZO

Orti Urbani Abruzzo

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/groups/328054003919296/?notif_t=group_r2j_approved

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga – Orti urbani

www.parks.it/parco.nazionale.gran.sasso/dettaglio.php?id=16845

Orto Sinergico in Abruzzo (montebello)

www.facebook.com/pages/Orto-Sinergico-in-Abruzzo/125407454194784

BASILICATA

CALABRIA

I PiantaGrano – Guerrilla Gardening – Reggio Calabria

www.facebook.com/pages/I-PiantaGrano-Guerrilla-Gardening-Reggio-C/101436853241461

CAMPANIA

Orti sociali Succivo(CE)

www.youtube.com/watch?v=ApHy2s1mqtc&feature=youtube_gdata

Ortigami (NA) – (orto di Friarielli Ribelli)

Friarielli Ribelli

www.facebook.com/pages/Friarielli-Ribelli/189356217776502

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/profile.php?id=100002627110500&sk=info

Spaccanocelle – Guerrilla Gardening Avellino

www.facebook.com/messages/101436853241461#!/spaccanocelle

www.facebook.com/groups/spaccanocelle/#!/groups/spaccanocelle/

Amici del parco metropolitano delle colline di napoli

www.facebook.com/groups/anto64/

EMILIA ROMAGNA

Terra di Nettuno – Guerrilla Gardening Bologna

www.facebook.com/#!/profile.php?id=100002256263489

Guerrilla Gardening Bologna

www.facebook.com/groups/63100472355/#!/groups/244067099021677/

Trameurbane Guerrilla Gardening Bologna

www.facebook.com/trameurbane#!/trameurbane?sk=wall

Orti Condivisi Ferrara

www.facebook.com/presidiogiovaniagricoltori#!/orticondivisiferrara

http://orticondivisi.altervista.org/

Ri-Generazione Urbana “programma di ripensamento dei luoghi marginali e degli spazi pubblici della città di Ferrara”

www.facebook.com/profile.php?id=100001277854554&ref=ts

Orto Sinergico Condiviso a Budrio (BO)

www.associazione-eco.it/?q=progetto_orto

FRIULI VENEZIA GIULIA

LAZIO

Fermenti di Terra

www.fermentiditerra.it

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/FermentidiTerra

Società Agricola Coraggio

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/societaagricolacoraggio

Guerrilla Gardening Roviano

www.facebook.com/#!/guerrillagardening.roviano

mappa degli orti e giardini condivisi a Roma (di Zappata Romana)

www.zappataromana.net

http://www.facebook.com/zappataromana

Giardinieri Sovversivi Romani

www.facebook.com/#!/groups/346179672203/

Zolle Urbane

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/profile.php?id=100002036114738

Lavangaquadra(nuova Arcadia) orti nel sesto municipio (roma)

www.lavangaquadra.com

Presidio Giovani Agricoltori  

www.facebook.com/presidiogiovaniagricoltori#!/presidiogiovaniagricoltori

Orto Sinergico a Manziana

www.facebook.com/#!/pages/Orto-Sinergico-a-Manziana/161739073851790

Filo Verde assoc. cultur. sul tema del paesaggio come processo condiviso di costruzione del territorio

www.facebook.com/filoverde?ref=ts

Hortus Urbis

www.facebook.com/HortusUrbis?ref=ts

Orto Circuito

www.facebook.com/profile.php?id=100003390600170&ref=ts

La strada dell’Orto (VT)

www.facebook.com/lastrada.dellorto

http://lastradadellorto.weebly.com/

LIGURIA

Meditamare

www.meditamare.it/index.html

www.facebook.com/groups/280851520027/

LOMBARDIA

mappa lombarda degli orti pubblici ( di Coldiretti Lombardia)

http://www.lombardia.coldiretti.it/default.aspx?subskintype=Detail&Cod_Oggetto=33934002&KeyPub=GP_CD_LOMBARDIA_HOME|CD_LOMBARDIA_HOME

Orto anch’io (VA)

www.comune.varese.it/si4web/common/AmvDocumentoInfo.do?MVVC=amvdocui&ID=665&REV=0&MVPD=0&MVTD=1&MVSZ=188

Isola Pepe Verde

www.facebook.com/messages/125389367522362#!/pages/Isola-Pepe-Verde/125389367522362

GelsominoGroup Guerrilla Gardening (Soresina) (ortocrossing)

http://www.facebook.com/messages/125389367522362#!/profile.php?id=100000155415341&sk=wall

Orto Circuito Milano

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/LibereRapeMetropolitane

Il Giardino degli Aromi

http://www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/profile.php?id=100001888526430&sk=info

Orti d’ Azienda

www.ortidazienda.org

www.facebook.com/media/set/?set=a.308110302578016.79965.289501087772271&type=3#!/pages/OrtidAzienda/289501087772271

MARCHE

Guerrilla Gardening Fano

www.facebook.com/messages/101436853241461#!/groups/139242136097381/

Colonizzatori Urbani (macerata)

www.facebook.com/groups/colonizzatoriurbani/

Orto Circuito Urbino

ortocircuitourbino.blogspot.it/

www.facebook.com/ortocircuitourbino?ref=ts#!/ortocircuitourbino?sk=info

MOLISE

PIEMONTE

badili badola Guerrilla Gardening

www.facebook.com/groups/212416892599/

OrtoCampo (Orto Sinergico – Gassino TO)

www.facebook.com/#!/ortocampo

Miraorti Orti a Mirafiori

www.facebook.com/Miraorti

PUGLIA

Orto Circuito Bari

www.facebook.com/profile.php?id=1271798530#!/groups/119354734773795/

http://ortocircuito.blogspot.it/

SARDEGNA

Guerrilla Gardening Bolotana

www.facebook.com/pages/Guerrilla-gardening-Bolotana/117453378365692#!/pages/Guerrilla-gardening-Bolotana/117453378365692

Guerrilla Gardening Alghero

www.facebook.com/groups/302708829768877/

Terraterra (Orto di Emilio)

www.facebook.com/#!/pages/Terraterra/177553328923083

www.facebook.com/segreteria.terraterra?__att=iframe

Orto Sovversivo di Nurri

www.facebook.com/groups/324384690934574/

SICILIA

Parco Uditore Palermo

www.facebook.com/Parco.Uditore.Palermo?ref=ts

Guerrilla Gardening Palermo

http://www.facebook.com/guerrilla.gardeningpalermo

Guerrilla Gardening Messina

www.facebook.com/pages/Guerrilla-Gardening-Messina/224002964332031

Guerrilla Gardening Catania

www.facebook.com/groups/63100472355/

TOSCANA

Empoli – Orti sociali

www.youtube.com/watch?v=n2nXa6nkmqU

Signa (FI) – Orti sociali

http://www.comune.signa.fi.it/schede/societa-della-salute/anziani/orti-sociali

Amici dell’Orto (Livorno)

www.facebook.com/messages/1202827101#!/groups/318848351459097/?notif_t=group_r2j_approved

Livorno  – Orti per anziani

www.comune.livorno.it/pages.php?id=2115&lang=it

Montemurlo (PO) – Orti sociali

http://www.comune.montemurlo.po.it/servizi/sociale/htm/ortisociali.htm

Orto X Orto (pistoia)

www.facebook.com/groups/colonizzatoriurbani/

TRENTINO

 

UMBRIA

VAL D’AOSTA

VENETO

Provincia di Treviso – Orti Urbani 

www.provincia.treviso.it/Engine/RAServePG.php/P/520010010315/C/0

Cadoneghe (PD) – Orti sociali

http://www.cadoneghenet.it/context.jsp?ID_LINK=185&area=9

Guerrilla Gardening Vicenza

http://www.facebook.com/messages/125389367522362#!/profile.php?id=1716764319

Guerrilla Gardening Veneto

www.facebook.com/pages/Guerrilla-gardening-Bolotana/117453378365692#!/pages/Guerrilla-Gardening-Veneto/147860238594438

Compagnia Zappa e Rastrello

zapparastrello.blogspot.it/

TUTTA ITALIA

Progetto “Orto in Condotta” di Slow Food in varie scuole di tutta Italia

www.slowfood.it/educazione/pagine/ita/pagina_orto.lasso?-id_pg=128

Guerrilla Gardening Italia

www.facebook.com/#!/groups/GuerrillaGardeningItalia/

Progetto “Orti Urbani” di Italia Nostra, Coldiretti, Anci, Campagna Amica

www.italianostra.org/?p=4438

www.campagnamica.it/stili-sostenibili/progetto-nazionale-orti-urbani

fonte:       http://www.facebook.com/mettiamocilcuore

GAT – Gruppi di Acquisto Terreni, questi sconosciuti

Standard

Il tutto guidato da  logiche di gestione “salutari”, slegate dai ritmi frenetici dell’economia industriale e finanziaria. Un bell’esempio in tal senso ci viene anche dai GAT, acronimo che sta per Gruppi di Acquisto Terreni, ovvero un gruppo di persone che decidono di mettersi insieme, con un numero di quote più o meno paritario per acquistare un appezzamento di terra e poi lavorarci, coltivarlo, farne un’impresa e dunque il loro lavoro, la loro vita.

Un’investimento di tipo etico, a sostegno della natura, con obiettivi di guadagno spalmati nel medio-lungo termine, e in grado di assecondare la crescente richiesta di prodotti nei mercati ortofrutticoli.  Frutta e verdura ottenuti sfruttando rigorosamente i metodi della coltivazione biologica, conservazione e ripopolamento dei boschi, allevamenti allo stato brado. le spese d’altra parte sono ridotte all’osso, puntando sull’autosufficienza energetica: impianti di solare termico e fotovoltaico, pozzi d’acqua autonomi, utilizzo di combustibili naturali.

Dal concetto si è passati alla traduzione in opera. Al momento sul suolo italiano siamo ancora agli inizi: il primo comitato promotore è sorto nel 2009 a Quistello (Mantova), su iniziativa di tre professionisti ed un ristretto elenco di soci che hanno istituito il GAT come marchio registrato. L’acquisto di un podere nella bassa padana sembrava, all’inizio, poco più di una scommessa. Oggi invece i soci sono divenuti 130, ed ha preso forma anche una seconda azienda agricola gestita secondo questa metodologia, sulle verdi colline di Scansano, in Toscana.

Il GAT rappresenta un ponte tra il passato e il futuro. Come integrazione al reddito prevede servizi di agriturismo con modalità di alloggio e ristorazione libera. Nei programmi rientra anche la promozione di un Centro di educazione ambientale/fattoria didattica, e percorsi di trekking a cavallo e a piedi.

Un ulteriore ipotesi legata alla capacità produttiva è quella di sfruttare i mercati contadini o di creare veri e propri punti vendita, o ancora collaborare con i Gruppi di acquisto solidale (GAS).

Quella che sta prendendo forma è una nuova filosofia di vita, orientata al rispetto e alla collaborazione con la natura. Secondo i suoi ritmi e le sue regole, muovendo in direzione opposta rispetto allo sfruttamento scellerato e alla cementificazione.

Claudio Riccardi

fonte:    http://www.tuttogreen.it/gat-gruppi-di-acquisto-terreni-questi-sconosciuti/